Ingegneria forense - La consulenza tecnica nel procedimento civile e penale

Corso di formazione per consulenti tecnici (CTU) (CTP) con la collaborazione e la partecipazione del Tribunale di Millano

Destinatari

Liberi professionisti, dirigenti e funzionari delle pubbliche amministrazioni, laureati e diplomati dell’area tecnica (architetti, ingegneri, dottori agronomi, dottori forestali, geologi, commercialisti, geometri, periti industriali) interessati ad aggiornare e ampliare le competenze necessarie a svolgere l’attività di consulente tecnico d’ufficio (CTU) o di parte (CTP) in ambito giudiziario.

Collaborazioni

  • Docenti del Politecnico di Milano
  • Giudici del Tribunale, della Corte d’Appello e della Procura della Repubblica di Milano, del Consiglio di Stato e del Tribunale Amministrativo Regionale della Lombardia
  • Funzionari della Pubblica Amministrazione
  • Professionisti in ambito giuridico e tecnico
Il corso è svolto in collaborazione con il Tribunale di Milano ed è rivolto a chi intende aggiornarsi o formarsi nell’ambito della consulenza tecnica di ufficio (CTU) o di parte (CTP).

Obiettivi

Il corso ha l’obiettivo di contribuire a formare un professionista in grado di risolvere problemi tecnici in ambito giudiziario coniugando la Tecnica con il Diritto.
Il professionista che intende inserirsi o è già inserito nell’Albo dei consulenti tecnici tenuto dal Tribunale, è chiamato a svolgere attività di natura prettamente tecnica, funzionale ai procedimenti giudiziari in qualità di ausiliario del Giudice.

Crediti Formativi Professionali e Titoli

Al termine del Corso sarà rilasciato un attestato di frequenza.

Rispetto alla richiesta di attribuzione di CFP l’evento è in fase di valutazione da parte:

  • dell’Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Milano,
  • dell’Ordine dei Dottori agronomi e dei Dottori forestali,
  • dell’Ordine dei Geologi della Lombardia
  • del Collegio Geometri e Geometri laureati della Provincia di Milano.

Agevolazioni

Gli iscritti agli Ordini che accrediteranno il corso e i dipendenti di Pubbliche amministrazioni avranno diritto ad uno sconto del 15% sulla quota di iscrizione al corso.

Contenuti

Affinché il sapere tecnico sia efficacemente a servizio della Giustizia, è necessario che il professionista (CTU e CTP) sia adeguatamente formato e aggiornato.

Il corso ha proprio l’obiettivo di formare e aggiornare un professionista con competenze trasversali nel campo dell’ingegneria, dell’architettura e della giurisprudenza.

La consulenza tecnica in ambito giudiziario, pur costituendo disciplina poco affrontata nel campo delle specializzazioni tecniche e nei programmi didattici delle Università, ha molteplici prospettive d’inserimento nel mondo del lavoro, affondando le proprie radici in un’attività molto diffusa nella pratica professionale.


La consulenza tecnica di parte:
Il Consulente Tecnico nella valutazione del danno per vizi evidenti e per vizi occulti, la responsabilità del progettista, del direttore dei lavori, del collaudatore, dell’impresa. La Consulenza Tecnica nel contenzioso negli appalti e negli espropri.

La consulenza tecnica d’ufficio:
la nomina e l’affidamento dell’incarico, la nomina e il ruolo di consulenti ausiliari per attività specialistiche, i tempi per l’espletamento dell’incarico, il comportamento del CTU e rapporti con i CTP, le conclusioni, le memorie, le osservazioni dei consulenti di parte e loro valutazione e la stesura della relazione definitiva, la ricusazione del CTU.

  • l’inizio delle operazioni peritali e l’attività del CTU e del CTP; l’acquisizione della documentazione, i rilievi delle parti, le verbalizzazioni, il deposito della consulenza; La gestione degli atti e dei documenti informatici nel processo telematico.
  • gli aspetti metodologici della consulenza tecnica; la deontologia professionale e le tecniche di redazione delle relazioni di consulenza;
  • la legislazione vigente con riferimento alle responsabilità professionali, la legislazione urbanistica, la legislazione per le OOPP, la norma tecnica e la legislazione tecnica, la regola dell’arte;
  • l’accertamento tecnico preventivo, tecniche per l’analisi delle cause di eventi dannosi, i danni ambientali.
© 2018 www.bimabc.polimi.it